Resto Al Sud 2.0

Il Ministero del Turismo ha recentemente pubblicato il Decreto Legge n. 60/2024, noto come “Decreto Coesione“, che introduce una serie di agevolazioni volte a favorire l’occupazione giovanile e femminile e a sostenere l’autoimprenditoria. Tra le misure più significative c’è il Resto al Sud 2.0, destinato a imprese e professionisti del Sud Italia e dell’Abruzzo.

Questa nuova iniziativa, operativa dall’8 maggio 2024, rappresenta un’opportunità imperdibile per avviare nuove attività economiche con un sostegno finanziario solido e mirato.

Cos’è Resto al Sud 2.0?

Resto al Sud 2.0 è una misura agevolativa introdotta all’articolo 18 del Decreto Coesione. Si rivolge a giovani imprenditori e professionisti, offrendo finanziamenti per l’avvio di attività autonome, imprenditoriali e libero-professionali.

L’obiettivo principale è stimolare la crescita economica nelle regioni del Mezzogiorno e nell’Abruzzo, supportando iniziative che promuovano la sostenibilità ambientale e l’innovazione tecnologica.

Beneficiari del Programma

Il programma è destinato principalmente a giovani di età inferiore ai 35 anni che rientrano in una delle seguenti categorie:

  • Marginalità, vulnerabilità sociale e discriminazione: secondo le definizioni del Piano nazionale Giovani, donne e lavoro 2021-2027.
  • Inoccupati, inattivi e disoccupati: inclusi i beneficiari delle misure del programma di politica attiva Garanzia di occupabilità dei lavoratori (GOL).

Le attività possono essere avviate sia in forma individuale (aprendo una partita IVA per la costituzione di un’impresa individuale o per lo svolgimento di attività libero-professionale) sia in forma collettiva (costituendo società in nome collettivo, in accomandita semplice, a responsabilità limitata, cooperativa o tra professionisti).

Iniziative Finanziabili

Resto al Sud 2.0 finanzia diverse tipologie di iniziative, tra cui:

  • Formazione e accompagnamento: servizi di formazione e assistenza alla progettazione preliminare, definiti su base territoriale in collaborazione con le Regioni.
  • Tutoraggio: supporto per incrementare le competenze dei beneficiari durante la fase di realizzazione dell’iniziativa.
  • Sostegno all’investimento: concessione di incentivi per l’avvio delle attività.

Misura del Contributo

Gli incentivi sono disponibili in varie forme, in conformità con il regolamento (UE) 2023/2831 sugli aiuti de minimis, e sono erogati alternativamente:

  • Voucher per l’acquisto di beni, strumenti e servizi: fino a 40.000 euro, elevabili a 50.000 euro per acquisti innovativi o ecologicamente sostenibili.
  • Contributo a fondo perduto: fino al 75% per programmi di spesa non superiori a 120.000 euro, e fino al 70% per programmi di spesa compresi tra 120.000 e 200.000 euro.

Modalità e Termini per la Presentazione della Domanda

Entro 30 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Coesione, un decreto interministeriale definirà i termini, i criteri e le modalità di finanziamento delle iniziative. Pertanto, è fondamentale rimanere aggiornati sulle novità normative per non perdere l’opportunità di accedere ai finanziamenti.

Come Presentare la Domanda

La domanda per accedere agli incentivi del programma Resto al Sud 2.0 potrà essere presentata seguendo le modalità che verranno indicate nel decreto interministeriale. È consigliabile preparare tutta la documentazione necessaria con anticipo, tra cui il business plan, il contratto di locazione o di proprietà degli immobili, e i preventivi di spesa.

Vantaggi del Programma Resto al Sud 2.0

Partecipare a Resto al Sud 2.0 offre numerosi vantaggi per i giovani imprenditori e professionisti:

  • Sostegno finanziario: attraverso contributi a fondo perduto e voucher per l’acquisto di beni e servizi necessari all’avvio dell’attività.
  • Formazione e tutoraggio: per accrescere le competenze e migliorare le probabilità di successo dell’iniziativa imprenditoriale.
  • Incentivi per l’innovazione e la sostenibilità: premiando gli investimenti in tecnologie innovative e sostenibili.

Inoltre, il programma contribuisce a ridurre il divario economico tra il Nord e il Sud Italia, incentivando lo sviluppo imprenditoriale nelle regioni meridionali e nell’Abruzzo, territori che storicamente hanno sofferto di maggiori difficoltà economiche.

Conclusione

Il programma Resto al Sud 2.0 rappresenta un’opportunità straordinaria per giovani imprenditori e professionisti di avviare nuove attività nel Mezzogiorno e in Abruzzo, con un sostegno finanziario concreto e mirato. Studio Di Muro & Partners è a vostra disposizione per fornire assistenza completa nella preparazione e presentazione della domanda di finanziamento, aiutandovi a sfruttare al meglio questa opportunità.

Per ulteriori informazioni e per iniziare il percorso verso il vostro successo imprenditoriale con Resto al Sud 2.0, contattateci oggi stesso. Siamo qui per supportarvi in ogni fase del processo.

Via Ponte Mileo, n. 107 | 84096 Montecorvino Rovella (SA) | Tel. 089 863052 | Fax. 089 8021142 |Email : info@studiodimuro.com Sito: www.studiodimuro.com

+39 089 863 052