FONDO REGIONALE PER LA CRESCITA CAMPANIA

Ad Aprile 2024, la Regione Campania ha pubblicato un bando che prevede l’introduzione di misure di sostegno attraverso il Fondo Regionale per la Crescita Campania (FRC), uno strumento finanziario capace di dare un contributo a fondo perduto e un finanziamento agevolato (fino al 50% nei confronti delle piccole imprese e liberi professionisti), al fine di supportare gli investimenti di ristrutturazione e innovazione aziendale per importi da 30mila euro fino a 150mila euro.

Le risorse messe a disposizione dalla Regione Campania sono pari a euro 196.5 milioni.

Che cos’è il Fondo Regionale per la Crescita Campania?

Il Fondo Regionale per la Crescita Campania è un’opportunità utile a finanziare interventi di rafforzamento, ristrutturazione e innovazione produttiva, organizzativa e di efficienza energetica a sostegno delle piccole e micro imprese.

Quali sono le agevolazioni e i vincoli imposti?

Queste agevolazioni, a titolo di anticipazione e in un’unica soluzione, sono concesse esclusivamente su un conto corrente vincolato per un importo pari al 100% del programma di spesa ammissibile, ripartite in questo modo:

  • 50% delle spese ammissibili, a titolo di contributo a fondo perduto (percentuale della spesa che viene restituita all’impresa, come contributo che non dovrà essere rimborsato);
  • 50% delle spese ammissibili, a titolo di finanziamento a tasso zero, da restituire in 6 anni con 1 anno di preammortamento. 

Condizioni di finanziamento: aspetti contabili

Il finanziamento deve rispettare le seguenti condizioni:

  • Durata complessiva di 6 anni
  • Rimborso di 60 mesi con rate trimestrali posticipate a quote capitale costanti (ammortamento italiano), più 12 mesi di differimento decorrenti dalla data di erogazione dell’anticipazione.
  • Tasso di interesse: 0%
  • Garanzie personali e/o reali prestate dai soggetti e con le modalità previste dall’Avviso

Il programma di spesa deve essere compreso tra un importo di minimo 30.000 euro e un importo massimo di 150.000 euro.

A chi è rivolto?

I beneficiari di tale supporto sono:

  • Piccole e micro imprese iscritte, da almeno 12 mesi antecedenti alla data di pubblicazione del presente Avviso sul BURC, nel Registro delle imprese della Camera di Commercio;
  • Liberi Professionisti titolari di Partita IVA anch’essi da almeno 12 mesi antecedenti la data di pubblicazione del presente Avviso sul BURC.

Spese finanziate: contributo a fondo perduto per acquisti di macchinari ed attrezzature

Queste agevolazioni sono utili per tre tipologie di interventi:

  • Digitalizzazione e Industria 4.0: investimenti in impianti e materiali (nel limite del 10% dell’investimento complessivo ammissibile), nonché beni funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale delle imprese;
  • Sicurezza e sostenibilità sociale e ambientali: investimenti utili ad accrescere la performance ambientale, sociale e del posizionamento competitivo nel limite massimo del 30%, garantendo la salute e la sicurezza degli operatori;
  • Modelli organizzativi sempre all’avanguardia (software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni): si tratta di investimenti volti alla riorganizzazione dei processi aziendali, attraverso l’introduzione di beni immateriali che saranno utili ad incrementare la produttività e la performance economica.

Come usufruire di queste agevolazioni?

I richiedenti di tale agevolazione, possono presentare una Domanda per via telematica, unicamente attraverso identità digitale (SPID o CNS), intestata al soggetto richiedente. In alternativa, puoi rivolgerti a Studio Di Muro & Partners!

Via Ponte Mileo, n. 107 | 84096 Montecorvino Rovella (SA) | Tel. 089 863052 | Fax. 089 8021142 | Email : info@studiodimuro.com Sito: www.studiodimuro.com

Tags Categorie Bandi

Lascia un Commento

+39 089 863 052